: I Cassetti Che Fanno Rumore :

Poi l’hai detto.
Ho sospirato cercando di mettere in ordine i pensieri, girando in fretta la chiave del cassetto dentro cui ho rinchiuso i sogni e qualche matita consumata. Mentre attendevi una risposta che non avevo, credo di aver fatto più e più giri, è stato come un riflesso.
Sai, è davvero fastidioso che non vogliano stare lì, dove li metto. Forse è per questo che preferisco non discuterne, sono così irrispettosi…
Se li nomini iniziano a far confusione, si lusingano, mormorano e se non ridono allora si ribellano.
Quando ho messo giù il telefono ho fatto un bel-respiro-profondo ed ho preso la scala. Sono salita in alto, in cima, dove ricordavo di aver sepolto più o meno tutto. Non è stato facile mantenere l’equilibrio, ho respirato un po’ di polvere ma alla fine li ho trovati e li ho portati giù, a terra, sul pavimento freddo, accanto a me.
A noi due.
Erano avvolti nella plastica rossa dentro cui mi ero premurata di conservarli, non c’era nulla di troppo stropicciato, solo qualche piega. Con le braccia pesanti, piano, ne ho tirato fuori qualcuno e l’ho guardato come se non facesse parte di me, finché non mi è venuta voglia di strapparli.
Ed avrei strappato tutto, davvero.
E’ che poi mi sono tornate in mente le notti in bianco, la luce puntata sempre sul foglio fino a tardi, la mia insoddisfazione perenne ed i miei sbalzi d’umore, l’inchiostro che costa caro, i fogli, le mie corse in aula il sabato mattina, i sacrifici di mio padre, quelli di mia madre. I miei.
Non ci si pensa mai che a volte il vero sogno sta semplicemente nel non essere costretti a riporne via altri.
E’ che ho sempre pensato che  i sogni diano speranza, vita. Un senso, una direzione da seguire. Per questo quando ti guardo e ti ascolto, ed ascolto le tue giornate, ho bisogno di sapere che tu ne abbia, tanti. E che ci creda fino in fondo.
Perché io so bene cosa voglia dire rinunciare ai più preziosi.
 

 

(Per il disegno si ringrazia Francesco, 4 anni)

 

“Lo sai cos’è un perdente?
Il vero perdente è uno che ha così paura di non vincere che nemmeno ci prova.” — Little Miss Sunshine

 

 

Annunci

29 thoughts on “: I Cassetti Che Fanno Rumore :

  1. Basically nice blog site. It was very useful for me. Preserve sharing such ideas in the foreseeable future as well. This was actually some tips i was looking for, that i’m glad to be able to came here! Thanks for revealing the such information with us

  2. E’ delizioso trovare una scrittura così!
    I miei complimenti.
    E’ molto bello poter condividere il tuo pensiero.
    “Non ci si pensa mai che a volte il vero sogno sta semplicemente nel non essere costretti a riporne via altri.”
    Eh, sì. Non ci si pensa mai abbastanza!
    Bravissimo ed emozionante il piccolo artista!
    Ritorno da te!
    Si respira un’aria che mi piace.
    Un sorriso
    gb

  3. ciao,
    capitata qui per caso, attirata dall’ombrello,mi fermo a leggere e mi viene in mente che anche io ieri sono salita su una scala per prendere un faldone di documenti ed è stato un dolce tornare indietro…quanta trepidazione allora, ma ce la feci a superare quel concorso e in quel faldone non ci sono ora solo carte, ma una vita intera.
    Emozionante il tuo post. Complimenti.
    Marirò

  4. ciao simona! non ci conosciamo ma sei venuta a visitare qualche giorno fa il mio blog e, meraviglia delle meraviglie, ora che ti leggo capisco che è stima reciproca! grazie :)

  5. In primis complimenti al bimbetto artista (sono un estimatore dei talenti in erba!)
    Poi i complimenti a te. A volte i sogni, i ricordi, come tutte le cose hanno una durata, un tempo. Spesso noi li avvertiamo come qualcosa di eterno e tendiamo (io in primis) a non assaporare la bellezza dei giorni che trascorriamo e che solo dopo saranno i ricordi nei quali ci crogioleremo. Ciononostante la scatola dei ricordi è nel cassetto di ciascuno di noi. Io conservo integra una scatola fiori di (!!! Ormai vent’anni fa); è una scatola che mi regalò un amore e che oggi ne custodisce le parole e le emozioni. Più volte l’ho aperta in passato per trovare conforto. Più volte ho pensato di buttare tutto per fare spazio. Poi invece l’ho lascia lì dov’era. Lasciata lì per il piacere di sapere che ci sarà “per sempre”, proprio come i ricordi che mi frullano a volte nella testa. Non la apro da anni, ma sapere che è lì mi fa contento. È custode di un buon tempo.

    • Il bambino é talentuoso, sì. Una volta ha disegnato con una matita rosa “un fenicottero che sogna di stare su un cuore”, e da quel momento ho capito che si trattava di piccolo grande artista con occhi speciali, in grado di illuminarmi e emozionarmi.
      Perché a volte tutto sta proprio nel saper guardare, scoprire aspetti nuovi, nascosti. Guardare alle cose in modo diverso permette di vivere, rivivere e soprattutto convivere con quelle parti di noi che a volte fanno male ed altre volte fanno bene e che, in ogni caso, ci appartengono.

      Grazie per il tuo bellissimo pensiero, mi ha dato da pensare.

  6. Mi hai fatto venire in mente questa:

    L’ascoltavo due giorni fa mentre finivo di sistemare gli scatoloni per il trasloco e ho trovato una vecchia scatola piena di ricordi, fogli strappati e lettere mai spedite. Ho deciso di portarla con me, nonostante faccia rumore, troppo, come i tuoi cassetti.
    Ancora una volta ho trovato un pezzo di me in quello che hai scritto.
    Ti abbraccio.

    • Dev’essere una scatola bellissima, ne sono sicura.
      Sono quei rumori che a volte ti fanno sentire viva, altre volte ti fanno sentire persa. Non so se è così anche per te…

      (The Cure!)

  7. Simona veramente, sei divina.
    Ogni volta che m’arriva l’email di un tuo nuovo post gioisco come una bimba il giorno di Natale.

    Bravabravabrava.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...