: I Tornanti Sono Le Tue Ciglia :

I tuoi silenzi dovrebbero comparire su tutti i libri di educazione stradale del mondo, come i cartelli, le strade, le strisce longitudinali. Sono la più dolce segnaletica verticale che mi impone di fare attenzione, di essere prudente perché potrei perdermi, perderti, lungo i tornanti che sono le ciglia dei tuoi occhi bassi quando rispondi al mio tutto “niente”, quando sento rallentare le mie mani, quando sento frenare le mie dita prima che si schiantino contro i tuoi capelli perché è già troppo tardi. O troppo buio. Come quella volta che sei venuto a prendermi all’uscita dell’autostrada a Foggia, di notte, e mi hai guardata come mai nessuno e mi hai portata al mare con la tua ypsilon mentre io cercavo le costellazioni fuori dal finestrino prima che l’alba se le portasse via.
Farò origami con le tue parole preziose, farò come se i copriti che fa freddo  sussurrati dal letto e ancora addormentati fossero i tuoi ti amo ma detti un po’ meglioFarò che settembre non finisca mai, farò l’autunno che ci travolgerà, e mi prenderò cura, cura dei tuoi occhi, delle tue mani, del neo sulla pianta del tuo piede e delle tua salvia sul balcone. Ripenserò a quella volta che mi hai detto andrà tutto bene, alla prima volta che mi hai chiamata amore e l’ho scritto sulla mia agenda, ripenserò a tua madre che alla stazione di Foggia prima di partire mi ha abbracciata prima piano e poi più forte, senza dire molto, dicendomi già tutto.

 

[ Photo by DDF92]

Annunci

22 thoughts on “: I Tornanti Sono Le Tue Ciglia :

  1. ‘I tornanti sono le tue ciglia’ un’immagine di grande suggestione, come i tuoi testi.
    Grazie per avermi dato l’opportunità di scoprirti.
    sheraconunabbraccio

  2. Come ho letto in un commento qui sopra, questo post è di una bellezza commovente. Credo di avere occhi simili ai tuoi… mi ci sono trovata molto nel tuo modo di guardare chi ami. Capisco dunque tutta la profondità infusa in ogni parola.

    Complimenti.

    Un bacione,
    Paola

  3. “… io cercavo le costellazioni fuori dal finestrino prima che l’alba se le portasse via.”
    Il fatto è, Simo, che questo post è di una bellezza commovente e ogni volta che passo da te mi accade la stessa cosa, esco dalla porta da cui sono entrata felice di aver provato una bella emozione. Mi è successo con il post sulla lettera di tua mamma per i tuoi 18 anni, su jonny e altri…
    Il fatto è Simo che capita che alcuni blog li leggo solo se mi arrivano nuove notifiche e invece sarebbero da leggere e rileggere per respirare bellezza.
    buona serata

    • Sono davvero felice, quello che hai scritto mi rende felice. Felice di poter far nascere una bella emozione, nel mio piccolo.
      La porta è sempre aperta, e tu sarai sempre la benvenuta.
      A presto

  4. Mi hai fatto ricordare che sono i piccoli tasselli che formano l’insieme. Mi sono soffermata a leggere le tue parole intense e non riesco a staccarmene. le porterò idealmente con me

    • E’ da quando hai scritto il commento che sto cercando un modo per risponderti (e ringraziarti) che sia bello come il pensiero che hai espresso. La verità è che mi ha lasciata senza parole, per cui temo che dovrai accontentarti di un vero, sincero, sentitissimo grazie.

  5. Un autentico inno all’amore verso il tuo ragazzo quello che hai scritto. Un modo irrituale di descrivere ma riesce a colpire l’immaginazione del lettore.
    Un caro saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...