: Soliloquy? :

Caro C. ,

Ti scrivo per cercare di sistemare le cose, perché litigare con te – credimi – è l’ultima cosa che avrei voluto fare.
Allora comincio col chiederti scusa.
Scusami se mi sono intromessa, scusami se ho voluto a tutti i costi dire la mia, scusami se ti ho indebolito, sfiancato, consumato, distrutto, fermato.
Scusami. Scusami se ho interferito con le tue ragioni. C’è da dire però che tu non ascolti mai le mie e, testardo, ti lasci sempre trascinare dalle emozioni, per di più senza neppure sapere dove porteranno, escludendomi, tenendomi fuori.
Comunque… Beh, sappi che l’ho fatto solo per proteggermi dalle paure e dalle delusioni che tu sai, ma soprattutto l’ho fatto per te, per proteggerti dalle tue stesse debolezze.
Sarò sincera e voglio confidarti che ho paura. Il tuo sporadico e improvviso entusiasmo mi terrorizza, la tua assurda irrazionalità mi inquieta e i tuoi profondi sospiri mi intimoriscono.
Che ti piaccia o no io ho il sacrosanto diritto di tutelarci perché ogni battaglia, che la si perda o la si vinca, è persa o vinta per entrambi. Apparteniamo allo stesso campo e ogni battaglia, caro C., va combattuta insieme, dalla stessa parte, non tanto perché l’unione pare che faccia la forza ma piuttosto perché devi capire che la tua felicità è dapprima la mia, il tuo benessere è il mio. Ne va del nostro equilibrio.
Ora vorrei che cercassi di ricordare tutte le volte che affranto hai dovuto pagare cari i tuoi errori con troppa e svalutata sofferenza, tutte le volte che io mi sono fatta forte per te e ho lavorato duro, giorno e notte, affinché tu potessi riposare e riprenderti con la tranquillità che serve a risanare certe ferite.
Se ben ricordi anche allora non avevi voluto ascoltare le mie valide ragioni ed anche allora io mi sono dovuta arrendere davanti al tuo insensato coraggio, ai tuoi piccoli bisogni, alla tua dolce irremovibilità.
Così, capirai che metterti dubbi è l’unico modo che ho per farti ragionare, perché – devi ammetterlo –  tu in questo sei proprio negato, mentre io… beh, si dà il caso che sia la cosa che so fare meglio in assoluto.
In compenso, lo sai, tu sei più bravo di me ad ascoltare, a sentire, a guardare dentro e in effetti se sono riuscita ad abbattere certi muri e ad andare oltre i miei limiti lo devo solo a te, che mi hai insegnato a rischiare, a buttarmi, a volare.
Eppure, ora che in questa discussione io ho avuto la meglio ed ho vinto, ora che stremato hai deciso di non controbattere più… ebbene, è in questo momento che mi aspetto che non ti fermi, che combatti.
E devi farlo, devi batterti! Perché solo così, solo ora, capirei davvero che ho sbagliato. Che io ho torto e tu sempre la tua strafottutissima ragione.

Con infinita ragionevolezza,

firmato: la Testa

[ Photo by laura242 ]

La gente pensa che io sia una persona strana. Non è vero. Ho il cuore di un ragazzino. Si trova in un vaso di vetro, sulla mia scrivania.
(Stephen King)

Annunci

One thought on “: Soliloquy? :

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...