: Hold The Silence :

Ci sono stati silenzi che abbiamo cercato disperatamente di trattenere tra le mani, tra i denti, tra le pieghe dei vestiti, tra le palpebre degli occhi lucidi e poi chiusi per fermare quell’attimo di estemporanea assurda felicità.
Non sono gli stessi silenzi a cui ci siamo aggrappati ancora storditi e fragili, barcollando a tentoni su fili di parole troppo sottili per improvvisare un equilibrio più passeggero che precario nelle mani di chi, quei fili, sapeva muoverli bene.
Sono altri.
Sono i silenzi che abbiamo rischiato di perdere, che abbiamo abbracciato e stretto forte al petto come se fossero state le parole più belle da tacere.
Come se fossero state le parole più difficili da dire.

[ Photo by pippimuckel ]

E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto.
(Nazım Hikmet)

: Fiori Di Carta :

E non lo sai,
ma dei tuoi piccoli passi verso di me è fatta la felicità mia,
che dura il tempo di un tuo sorriso.
Ed in quell’attimo io, fragile, ti direi tutto ciò che vorresti sentire.
Di riflesso ti sorriderei di luce nuova. Risponderei di sì ai tuoi sì.
Rimboccherei i sogni tuoi la notte che saprò renderti soffice.
Aggiungerei fiato al tuo respiro, perché tu rimanga senza.
Ma insieme a me.

 

: Solo Un Po’ Di Te :

Tu sì che saresti stato il mio più grande ed abile cavaliere.
Sfoderata la spada, coraggioso ed impadivo, pronto a salvarmi dal drago mangiafuoco in sogno, deciso a squarciare le paure oniriche di me, piccola bambina senza volto.
Il cavaliere valoroso che senza armatura sfila le bionde trecce e snoda pensieri tessendo trame infinite e nostre.
Dolce e stilnovista. Guerriero tra Hades ed Athena.
E poi mio, solo mio.

[ Photo by begemott ]

Quando mi sveglio e so che sei mia non ho altro da chiedere